PICCOLA STORIA CRITICA DEL TIRO DA TRE

Il basket, in un’ottica culturale americana, è il gioco che incarna il post-moderno: così come il baseball, parente del cricket, richiama la vita rurale e i suoi ritmi dilatati e il football, il rugby scientifico, è una metafora del fordismo e dell’era industriale. L’esercizio codificato da James Naismith e Phog Allen rappresenta il mondo nuovo, l’abolizione della […]

STORIA DEL BEAT

Venerdì 22, paura e delirio sulla Streif. Il mostro, che comincia buttandosi giù dall’Hahnenkamm, era più terrorizzante del solito. Le tre sezioni della picchiata parevano a sé: sulla Steilhang il ghiacciolino, dalla sequenza di curve della Seidlalmsprung i segni, evidenti, e il sapone nel finale leggendario (sconsigliato ai deboli di cuore). Kitz è Kitz, gli […]

LA TELA NERA DI DAVID BOWIE

A volte ritornano e lo fanno, al solito, con gran classe. Non sappiamo se ascolteremo “The next day”, il nuovo disco di David Bowie, di sicuro preferiremmo mantenere il ricordo degli anni d’oro. L’unica nostalgia che coltiviamo è quella del futuro. Però il coup de théatre bowiano ci piace assai: dimostra, a 66 anni, l’intelligenza, […]

SINNERMANIA. ISTRUZIONI PER L’USO

Cediamo alle lusinghe del rampantissimo tennis tricolore che, per la gioia della banda Binaghi, promette di essere la Spagna degli anni Venti.E allora che Jannik Sinner sia, sperando di non affastellare altri luoghi comuni sul soggetto.Poiché, facendo i calcoli sull’avvenire del pupo (clic, dindi e brioche), si stanno gettando tutti: soprattutto quelli che pensano che […]

IL TOUR DE TRUMP, L’AVVOCATO DEL DIAVOLO E IL BUCO NERO DI NEW YORK

Il Tour de Trump partiva da Albany, il 5 maggio 1989.250000 dollari di montepremi, undici tappe, formula open e gran finalead Atlantic City, davanti (attorno) Trump Plaza.Un’americanata di successo, la corsa, di sicuro più del casinò.Che, aperto in pompa magna – più Barnum che Luigi XIV – fu un fallimento.Un bordone classico di Donald: la […]

LA RIVOLUZIONE BORGHESE DEL CANNIBALE: EDDY MERCKX, IL FLAHUTE ALFA

Cosa rimane da scrivere su Eddy Merckx? Sono pochissimi gli sportivi di successo che possono reggere il confronto con il Cannibale, ci vengono in mente Edwin Moses e Toni Sailer: campionissimo del Novecento in una disciplina professionistica dura e spietata come il ciclismo. Il merckxismo, fortunato neologismo coniato da Gianpaolo Ormezzano, impose la modernità a […]

JASI, LO STREGONE DI VILNIUS

Elogio in zona Cesarini, all’imbrunire della carriera, di un vecchio fusto: Sarunas Jasikevicius. Culto cestistico da ormai tre lustri, prodotto della migliore scuola europea, forse mondiale se ne facessimo una questione di percentuale demografica, ovvero la Lituania. Una terra che ha sfornato sempre grandi talenti, prima per l’Unione Sovietica, poi in proprio Tralasciando le considerazioni, […]

BURATTINAI, CORDE E BURATTINI. LA PROFEZIA SENZA TEMPO DI KYNODONTAS

Andiamo contro la funzione ludica della rete e stravolgiamo il mantra che la obbliga a incagliarsi sul tempo presente. “Kynodontas”, secondo film del regista ellenico Yorgos Lanthimos, è uscito (..) nel 2009. Fece sensazione soprattutto in patria in quanto colse l’attimo, drammatico, di quel paese. Fuggite a gambe levate, se cercate novanta minuti di intrattenimento hollywoodiano. Uno dei […]