LA RIVOLUZIONE BORGHESE DEL CANNIBALE: EDDY MERCKX, IL FLAHUTE ALFA

Cosa rimane da scrivere su Eddy Merckx? Sono pochissimi gli sportivi di successo che possono reggere il confronto con il Cannibale, ci vengono in mente Edwin Moses e Toni Sailer: campionissimo del Novecento in una disciplina professionistica dura e spietata come il ciclismo. Il merckxismo, fortunato neologismo coniato da Gianpaolo Ormezzano, impose la modernità a […]

10 STORIE SUL GIRO 2020 (PIU’ UNA SUI VAN)

Pallini rosa, speciali, dedicati al Giro d’Italia 2020.Dalla Sicilia a Milano, cronache di una follia autunnale che regala ancora più spunti di quella che si sarebbe corsa, in tempi di normalità apparente, a maggio.Chiudiamo dando i numeri (..) al nostro taccuino. 1. Non poteva che concludersi così, nella stagione asteriscata dei giovani, della nuova generazione.Jai Hindley, 24 anni, e Teo Geoghegan Hart, 25, appaiati all’ultima cronometro: un unicum nella […]

RAFA FORZA 13. THE WEAK ERA OF TENNIS. UN GIRO DI 100 ANNI FA. IL DUELLO DEI VAN: WOUT VS MATHIEU. JIMMY BUCKETS SAID

Pallini che piovono dal cielo, mai violenti quanto i 517 millimetri di pioggia scesi, in dodici ore, il 2 ottobre scorso su Limone Piemonte.L’Alta Val Tanaro verdissima ammirata alla Milano-Sanremo, nemmeno due mesi dopo ha avuto la terza alluvione in ventisei anni (1994 e 2016, le altre due).Eppure, nel fango, col cielo che ci cade […]

LA NUOVA SPECIE ANNUNCIATA DA POGACAR E DUPLANTIS. LA TERZA SETTIMANA DI ROGLIC. LA BANDA DEI 4 A IMOLA

Pallini giganteschi, autunnali, grandi e profondi quasi quanto i crateri che si stanno formando in Siberia: il risultato più evidente dello scioglimento del permafrost.Bocche, abissi, che paiono sbucare dal centro della terra, tra gas e bombe di ghiaccio.Il più spaventoso di tutti è a Batagaika, nell’immensa Jacuzia, ed è stato soprannominato “la porta dell’inferno”. Alla fine, l’avevamo predetto, è stato un altro 1983.In […]

IL CURIOSO CASO DI FABIO ARU. IL COMPLESSO DI NOLE DJOKOVIC E QUELLO STRONZO DI JIMMY CONNORS

Il curioso caso di Fabio Aru occupa un bel po’ dello spazio, ingeneroso,di ciò che resta del ciclismo nei media generalisti. La sorpresa, per un atleta di lignaggio in difficoltà evidenti (da treanni…), può esserci solo se la narrazione rimane – convinta – quelladel teatrino della tivù di Stato: dalle parti de “Gli Occhi Del […]

L’ODIO ITALIANO VERSO IL CICLISMO. L’NBA CONTRO DONALD TRUMP. LA SCOPERTA DELL’ACQUA CALDA NEL CALCIO E L’ULTIMA SPIAGGIA DI MESSI

Pallini estivi – nel senso di Mister Pressing – come la grandine che è scesa sul Col de Porte al Delfinato: sassi di ghiaccio, grossi e rossi (echimosi) – sulle schiene di quelli del gruppetto – come la Pimpa e la maglia a pois del Tour.Di cose, ne succedono troppe e starci dietro non conviene.Il 2020 al pari di un set matto di Hana […]

PERCHE’ SANREMO E’ SANREMO

Sabato (domani) in Liguria ma non troppo, il minimo indispensabile, si disputa la Milano-Sanremo più improbabile di sempre. La Classicissima dei Fiori, per una volta agostana, è riuscita a ricomparire nel calendario malgrado il covid-19: si temeva lo stop, il primo dalla seconda guerra mondiale. Un 2020 che di cose da raccontare ne avrebbe troppe, […]

INNO AL GREGARIO. MARIO CHIESA – QUELLO DELLA CARRERA, NON DEL PIO ALBERGO TRIVULZIO – IL DUCA DI BENIDORM E IL ROSCIOLI

Quel nome, nel 1992, divenne celebre: un altro Mario Chiesa, il mariuolo craxiano del Pio Albergo Trivulzio, inaugurò suo malgrado il terremoto di Tangentopoli. Anche in questo particolare beffardo sta il tremendismo del Mario Chiesa giusto, lo sfregaselle della Carrera dei tempi che fu. Ricordando il biondino, e gli altri martinitt della vittoria, vorremmo glorificare […]

IN FUGA DAGLI SCERIFFI

In Fuga dagli sceriffi

Simone Basso Oltre Moser e Saronni: il ciclismo negli anni Ottanta Prefazione di Herbie Sykes Rainbow Sports Books, 160 pagine kindle, amazon.it – € 9,90 online dal 10 SETTEMBRE 2019 formato: cm 15,6 x 23,39 (6”14 x 9”21) NON illustrato hardcover: € 23,00 Acquista ORA Contacts: rainbowsports@gmail.com @rainbowsportsbooks facebook.com/rainbowsportsbooks/ https://sportspoetssociety.blogspot.it instagram.com/rainbowsportsbooks/ SINOSSI In fuga dagli […]

FABIO CASARTELLI, UNA CURVA TROPPO LUNGA DEL PORTET D’ASPET: ERA MARTEDI’

Era martedì 18 luglio 1995 e il Tour de France disputava la quindicesima frazione, sui Pirenei, la cosiddetta tappa regina. La Grande Boucle era già, virtualmente, del Faraone Miguel Indurain, al quinto sigillo consecutivo. Al trentacinquesimo chilometro della Saint Girons-Cauterets, scendendo dal Col de Portet d’Aspet, nella seconda parte del plotone qualcuno approcciò lungo – […]